Che cos'è la Food Valley?

Che cos'è la Food Valley?

Nov 24 , 2020

Si tratta di quel territorio che include le province di Modena, Reggio Emilia e soprattutto Parma, eletta a “capitale” di un territorio che tutto il mondo ci invidia per le sue eccellenze gastronomiche, dai moltissimi salumi Dop fino al Parmigiano, il formaggio più amato (e malamente imitato) del pianeta.

Food Valley nazionale grazie al prestigioso paniere di prodotti a marchio Dop e Igp provenienti da queste zone, una piramide in cima alla quale svettano il Prosciutto di Parma e il Parmigiano Reggiano. Ce ne sono però moltissimi altri che vanno quantomeno menzionati: il Salame di Felino, il Culatello di Zibello, la Coppa di Parma, il Cotechino e lo Zampone di Modena, la Spalla Cotta di San Secondo.

Autentico sistema museale “emozionale” legato al cibo. Non solo è stata creata una rete di aziende e consorzi aperti al pubblico, ma veri e propri tour in cui si mescolano cultura e gusto. Sono quindi stati istituiti musei ad hoc: Prosciutto e salumi di Parma a Langhirano, Parmigiano Reggiano a Soragna, Salame di Felino a Felino, Vino a Sala Baganza, Pomodoro e Pasta a Collecchio. C’è anche un’agenzia di viaggi apposita, la ‘Food Valley Travel & Leisure’, che organizza gite dedicate alle più svariate eccellenze culinarie d’Emilia.

Per chi volesse cimentarsi anche con i fornelli oltre che con le forchette, poi, esiste anche Alma, la Scuola Internazionale di Cucina fondata nel 2003 e legata al nome del grande e compianto chef Gualtiero Marchesi: si trova a Colorno, in provincia (manco a dirlo) di Parma.

Una città la cui importanza per il mondo dell’alimentazione è stata riconosciuta anche a livello continentale: non a caso l’Efsa, European Food Safety Authority (Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare), si trova proprio a Parma.

L’Emilia è stata eletta a pieno titolo capitale della Food Valley e sono proprio i frutti di questa fertile terra che noi vogliamo raccontarvi e farvi conoscere.

Avremo disponibili alcuni dei più famosi prodotti emiliani a marchio DOP e IGP.

DOP: Denominazione di Origine Protetta.

Marchio di tutela per quegli alimenti le cui caratteristiche qualitative dipendono dal territorio in cui sono stati prodotti.

Quindi tutte le fasi di produzione si svolgono in quella determinata zona geografica.

Ciò fa sì che fattori ambientali, climatici, tecniche di produzione tramandate negli anni, consentano di ottenere prodotti inimitabili in altre aree geografiche.

IGP: Identificazione Geografica Protetta.

Marchio di tutela dell’origine della lavorazione e produzione di un prodotto in una determinata area geografica.

Meno restrittivo del precedente, qui la materia prima può essere proveniente da altri luoghi ma l’importante è la lavorazione su un dato territorio geografico.

Ma perché scegliere prodotti DOP e IGP?

-Per mangiare meglio

Abbiamo la certezza che portiamo sulle nostre tavole prodotti di qualità elevata grazie a lavorazioni tradizionali ed esperte, tramandate nel tempo

-Per sostenere prodotti e produttori controllati e garantiti Made in Italy

Purtroppo la contraffazione è all’ordine del giorno e spesso molti prodotti vengono importati dall’estero e etichettati Made in Italy. Per i prodotti DOP e IGP ci sono organi di controllo che sanzionano penalmente in caso di frodi e falsificazioni.

-Per mantenerci in buona salute

Mangiare cibi di qualità e la cui provenienza è garantita ci assicura di apportare ottimi nutrienti al nostro organismo e di mantenere in salute corpo e mente.

Anche secondo Forbes l'Emilia è il più grande tesoro gastronomico d'Italia.

Ecco il link dell'articolo sul sito Forbes.


Lascia un commento

Nota che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati